NUOVO Liceo Scientifico Quadriennale a.s. 2022-2023

A partire dall'a.s. 2022-2023 il Liceo Ferraris intende proporre un NUOVO percorso sperimentale di Liceo Scientifico Quadriennale.

Il progetto continua nel solco di quello già avviato nell'a.s. 2018-2019, ma è stato profondamente rivisto e rinnovato alla luce dell'esperienza maturata in questi primi quattro anni di sperimentazione e delle indicazioni contenute del Decreto Dipartimentale n.2451 del 7 dicembre 2021.

Si precisa che l'attivazione della classe prima del Liceo Scientifico Quadriennale per l'a.s. 2022-2023 è subordinata all'approvazione da parte dell'Ufficio Scolastico Regionale della Lombardia del progetto presentato da questo Istituto in data 3 gennaio 2022, come previsto dal D.D. prot. n. 2451 del 7.12.2021.

Si forniscono di seguito le principali novità di questo percorso sperimentale di Liceo Scientifico Quadriennale, unitamente al quadro orario che riporta il monte ore settimanale e annuale di ciascuna disciplina. 

IL NUOVO LICEO SCIENTIFICO QUADRIENNALE:

  1. Inserimento di due discipline non linguistiche con metodologia CLIL (Scienze naturali, disegno e storia dell’arte ). La metodologia CLIL, già prevista nel precedente progetto, sarà introdotta gradualmente a partire dal primo anno in Disegno e storia dell’arte e dal terzo anno in Scienze naturali. Queste due discipline saranno insegnate in inglese per almeno il 25% del monte ore annuale.
  2. Interdisciplinarità e trasversalità dei saperi. La progettazione didattica avverrà per unità di apprendimento trasversali nell’ottica del superamento della tradizionale modalità trasmissiva del sapere, per favorire una didattica costruttivista orientata allo sviluppo e acquisizione di precise competenze didattico-disciplinari che garantisca la partecipazione e la multiculturalità. 
  3. Innovazione metodologico-didattica. Il percorso quadriennale non è una proposta che semplicemente “comprime” gli attuali cinque anni di corso di studi in quattro: è piuttosto un’opportunità di sperimentare una metodologia didattica innovativa. Si prevede, pertanto, una revisione dei programmi disciplinari che punti non solo sull’acquisizione di contenuti, ma anche sullo sviluppo di competenze. A tal fine saranno introdotte attività laboratoriali curricolari (laboratorio di lingua inglese, laboratorio delle discipline scientifiche STEM) e attività laboratoriali opzionali per il secondo biennio (laboratorio di educazione teatrale  e drammaturgia / laboratorio di architettura ecosostenibile). Nella metodologia didattica si utilizzeranno debate, public speaking, flip teaching, peer to peer, cooperative learning, già sperimentate anche in altre classi del nostro Istituto con risultati soddisfacenti sia per gli studenti sia per i docenti. 
  4. Blended learning. Alle lezioni in aula si affiancherà un’attività di approfondimento, sviluppo e/o consolidamento degli apprendimenti attraverso l’utilizzo di computer (e-learning tramite la piattaforma G-Classroom) e sistemi mobili (smartphone e tablet). Attraverso la piattaforma di e-learning gli studenti potranno ricreare la propria classe anche al di fuori dell’ambiente scolastico, con il vantaggio di lavorare individualmente o insieme ai compagni e ai professori in orari e momenti a loro più congeniali. Si prevedono ore di didattica on-line asincrone, nel limite del dieci per cento dell’orario annuale previsto dal progetto di sperimentazione, per le seguenti discipline: italiano e scienze (intero quadriennio), geostoria (classe prima), filosofia (a partire dalla classe seconda).
  5. Piano di studi personalizzabile dallo studente sulla base dei propri interessi. Il piano di studi offre, a partire dal secondo biennio, due discipline opzionali laboratoriali (laboratorio di educazione teatrale  e drammaturgia / laboratorio di architettura ecosostenibile): la finalità è di proporre insegnamenti che possano avere funzione orientativa o che comunque possano favorire lo sviluppo di competenze fruibili anche in una prospettiva post-liceale (sviluppo di competenze relative alla comunicazione e alla progettazione di ambienti ecosotenibili).
  6. Potenziamento delle discipline STEM. L’attività laboratoriale prevede l’introduzione curricolare dell’insegnamento di Informatica intesa come disciplina cardine per potenziare le materie scientifico-tecnologiche. Il laboratorio prevede la compresenza, per un monte orario di venti ore annuali, del docente di informatica e di matematica nel primo biennio, di scienze e fisica nel secondo biennio. Saranno incrementate le abilità logiche degli studenti e verranno potenziate contestualmente le competenze di information literacy.  
  7. Introduzione di moduli curricolari orientati ai temi della transizione ecologica e dello sviluppo sostenibile. Nel corso dell’intero quadriennio, lo svolgimento di moduli specifici dedicati ai temi in oggetto sarà inserito nell’ambito dell’insegnamento di Scienze naturali. A tal proposito è previsto l’aumento del numero di ore curricolari riservate alla materia (5 ore in prima contro le 2 previste nel biennio del percorso quinquennale ordinamentale, 4 nelle restanti annualità contro le tre ore del triennio del percorso in cinque anni). Nel corso del secondo biennio, inoltre, un ulteriore approfondimento delle tematiche ecologiche è previsto anche nell’ambito del laboratorio opzionale di architettura ecosostenibile, con possibilità, dunque, di prevedere compresenze/collaborazioni tra il docente di scienze e di architettura/storia dell’arte e la collaborazione tramite convenzioni con soggetti esterni come l’Università, l’Ordine degli Architetti e degli Ingegneri della Provincia di Varese, nonché l’Unione Industriali/Giovani Imprenditori della Provincia di Varese.
  8. Percorsi per le Competenze Trasversali e l’Orientamento (PCTO, ex Alternanza Scuola-Lavoro). I Percorsi per le Competenze Trasversali e l’Orientamento (PCTO) saranno programmati, progettati e realizzati secondo le medesime caratteristiche previste per gli studenti che frequento il liceo scientifico ordinamentale con alcune differenze specifiche legate alla natura quadriennale del corso. In particolare:
    • agli studenti della classe prima verrà proposta una sistematica formazione in merito a problematiche legate alla sicurezza nel mondo del lavoro al fine non solo di ottemperare ad obblighi normativi, ma soprattutto per promuovere la nascita ed il mantenimento in loro di una Cultura della Sicurezza. Ciascuno studente verrà inserito in due percorsi formativi denominati “modulo di formazione generale” e “modulo di formazione specifica”, della durata, rispettivamente, di 4 e 8 ore. Al termine del percorso formativo, agli studenti che avranno frequentato il monte-ore previsto ed avranno superato la verifica finale di apprendimento verrà rilasciato un attestato secondo quanto previsto dalla circolare regionale n° 7 del 17 Settembre 2012;
    • a partire dal secondo anno di corso gli studenti inizieranno le attività di PCTO che saranno così distribuite: classe II n. 35 ore, classe III n.35 ore, classe IV n. 20;
    • le attività di PCTO, dopo la stesura di apposite convenzioni e progetti formativi e sotto la supervisione di docenti tutor e tutor esterni ove previsti, si svolgeranno prevalentemente attraverso stage formativi presso Università, aziende presenti sul territorio e/o studi professionali, impresa formativa simulata, project work.
  9. Educazione Civica. L’insegnamento di Educazione Civica si svolgerà attraverso la predisposizione di Unità di Apprendimento interdisciplinari (deliberate da ciascun Consiglio di Classe) tese all’acquisizione di conoscenze e allo sviluppo di abilità e competenze così come indicate nelle Linee guida e declinate nel curricolo di questo Istituto. Tenuto conto della specificità del percorso quadriennale, il monte ore annuale assegnato ad Educazione Civica è rimodulato ai sensi degli articoli 4 e 5 del decreto del Presidente della Repubblica n. 275 del 1999 anche al fine di compensare, almeno in parte, la riduzione di una annualità del percorso scolastico. Pertanto, alla disciplina Educazione civica saranno dedicate 40 ore per ciascun anno di corso.
  10. Learning weeks e soggiorni-studio all’estero. L’offerta risulta in continuità con i progetti già in corso da anni nel nostro liceo e che si realizzano in collaborazione con Enti e istituzioni europee. Nello specifico del corso quadriennale, è prevista la possibilità di partecipare a stage all’estero della durata di una settimana.  

    QUADRO ORARIO

    Per visionare il quadro orario del nuovo Liceo Scientifico Quadriennale clicca QUI

    Per maggiori informazioni sul Liceo Scientifico Quadriennale è possibile contattatare la Referente, prof.ssa Mara Rasi, scrivendo una e-mail a mara.rasi@liceoferrarisvarese.edu.it .